Analisi dell’acqua

Analisi dell’acqua

Anche se gli occhi o la pelle non segnalano cambiamenti nell‘acqua, alcuni parametri fondamentali possono non rientrare nei parametri di tolleranza. Per questo motivo sono necessarie analisi dell‘acqua in tempi predefiniti per garantire che il valore pH si trovi nei giusti limiti. È importante e che la concentrazione di disinfettante sia corretto poichè molti sono gli agenti che coinvolti nell’alterazione e nell’inquinamento dell’acqua in vasca come ad l’alta frequenza bagnanti, forti temporali o altri eventi naturali, ecc.

Ecco qui di seguito alcuni segnali e operazioni da fare per risolvere i problemi ed avere una acqua sana e priva di contaminazioni.

L‘acqua in vasca piscina lattiginosa e con odore sgradevole?
Il problema potrebbe derivare da inquinamento organico troppo alto e concentrazione di disinfettante insufficiente. Anche il filtro inquinato potrebbe esserne la causa.

Fare una prima pulizia superficiale delle pareti e del fondo in modo poi da eliminare le impurità residue con l‘aspirafondo.

Effettuare un controlavaggio o una pulizia del filtro e controllare il valore pH che sia tra il valore di 7,0 e 7,4 con un prodotto regolatore; eventualmente sostituire il materiale di filtraggio.

Dopo di che con una clorazione d‘urto per limitare la proliferazione di agenti patogeni e disinfettare l’acqua.

Forte odore di cloro dell’acqua e irritazioni agli occhi dopo il bagno?
Inquinamento organico a seguito di insufficiente dosaggio di cloro e quindi insufficiente disinfezione (cosiddette clorammine).

  • Controllare il valore pH e regolarlo tra il 7,0 e il 7,4 ed effettuate una clorazione d‘urto.
  • Pulite e disinfettate il filtro aumentando i ricambi di acqua fresca con controlavaggi più lunghi.

L‘aspetto dell‘acqua è di colore blu metallico e i capelli appaiono verdi?
Il problema potrebbe essere la presenza di ioni di rame causati da corrosioni o utilizzo di alghicidi contenenti rame in acqua.

Una prima azione è quella di regolare, per breve tempo, il valore del pH leggermente sueriore al valore neutro, cioè tra 7,5 e 7,8. Nello skimmer inserire un flocculante per metalli per eliminare il rame e lasciare circolare l‘impianto di filtrazione per almeno 24 ore. Non appena l’acqua torna chiara, riportare il pH a valori neutri tra 7,0 e 7,4.

Un accorgimento: è meglio impiegate sempre alghicidi esenti da rame.

Se l‘acqua della vostra piscina risulta torbida e le pareti sono presentano superficie ruvida?
Il problema potrebbe derivare da forti precipitazioni di calcio in acqua che vanno ad incrostare le pareti.

Una prima soluzione potrebbe essere spazzolare meccanicamente la superfice della vasca (fondo e pareti) per eliminare i residui con l‘aspirafondo.

Nel caso in cui le incrostazioni di calcio persistano anche dopo lo spazzolamento meccanico, sarà necessario svuotare la vasca e pulire fondo e pareti utilizzando un anticalcare.

Per evitare future formazione d’incrostazioni da calcio, una volta riempita la vasca, regolare il pH a valore neutro e dosando prodotti specifici anticalcare resistenti al cloro.

L‘acqua verde con pareti e fondo sono scivolosi?
Questo è un sintomo d’una proliferazione di alghe in piscina.

La prima operazione da fare è rimuovere le alghe su fondo e pareti in modo meccanico eliminando poi i residui con l‘aspirafondo.

Effettuare un controlavaggio o una pulizia del filtro e verificare il valore pH. Utilizzando un alghicida eseguire un trattamento e lasciare circolare l‘impianto di filtrazione per almeno 24 ore fino a portare chiarificare l‘acqua.

L‘acqua dopo l‘aggiunta del disinfettante diventa verde o marrone?
Spesso, utilizzando acqua contenente alte percentuali di ferro, o a seguito di corrosioni causate da valore pH basso, vedremo colorazioni non gradite.

Un controllo del pH potrebbe già dare una prima verifica. Inserire nello skimmer un flocculante specifico per eliminazione dei metalli presenti in acqua e lasciare acceso l‘impianto di filtrazione per almeno 24 ore, in modo da far circolare l’acqua attraverso il filtro.

Per ogni metodo di trattamento potete disporre di adeguati tester per le analisi dell‘acqua. In questo modo potete evitare già in anticipo problemi nel trattamento dell‘acqua e minimizzare le operazioni di recupero con grande risparmio di tempo, fatica e sopratutto denaro!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *