Come pulire l’acqua della piscina?

Come pulire l’acqua della piscina?

Per la maggior parte delle persone il tempo è prezioso e lo stesso vale anche per i proprietari di piscina.Sempre più spesso ci richiedono prodotti “completi” che garantiscano il rapido e totale trattamento dell’acqua di piscina in modo efficace e sicuro.

Ma quali sono le azioni da attuare per una perfetta sanificazione dell’acqua e pulizia della vasca?

La cura chimica dell’acqua comprende 4 differenti fasi principali:

  1. regolazione del valore pH
  2. disinfezione
  3. prevenzione delle alghe
  4. flocculazione
1) La regolazione del valore pH

La regolazione del valore pH indica la tendenza dell’acqua ad essere acida oppure alcalina. Ideale per un ottimo trattamento dell’acqua è compreso tra i valori 7.0 e 7.4 cioè a pH neutro.  Questo valore è un parametro importante per ottenere un efficace trattamento di disinfezione e può comunque variare considerevolmente a seconda della durezza e della temperatura dell’acqua. Misurarlo regolarmente è una buona pratica e base di partenza per la riuscita d’una igienizzazione efficace e andrebbe fatta almeno una volta a settimana per correggerla in caso di disequilibrio.

Un valore pH al di fuori dell’ambito indicato potrebbe causare problemi come:

se troppo acida

  • corrosione dei metalli
  • acqua aggressiva sui raccordi contenenti metallo
  • deterioramento della flocculazione

se troppo alcalina

  • irritazione di occhi e pelle
  • diminuzione dell’efficacia dei prodotti di disinfezione
  • deterioramento della flocculazione
  • tendenza alla precipitazione di calcio

La periodica regolazione del valore pH riduce il bisogno di prodotti per il trattamento e l’efficacia dei disinfettanti viene maggiormente evidenziata se opera in un ambiente neutro.

2) Disinfezione

Disinfettare l’acqua è una fase importante per vivere al meglio il proprio spazio piscina. Ogni proprietario può scegliere tra 3 differenti metodi di trattamento, a base di:

  • ossigeno attivo
  • cloro
  • bromo

Ognuno di questi trattamenti ha una sua caratteristica peculiare, con i suoi vantaggi e svantaggi e la scelta di uno rispetto all’altro deriva da fattori diversi come: condizioni e tipologia d’impianto e di locazione (aperto o chiuso), abitudini d’utilizzo (media di persone, stagionale o annuale) e pulizia (ogni quanto tempo si effettuano trattamenti), risultato desiderato e spesa preventivata.

3) Prevenzione delle alghe

Una delle cause principali per la proliferazione di agenti patogeni all’interno d’uno spazio piscina è derivato dalla formazione di alghe. Da questi organismi vegetali derivano altre sostanze organiche che costituisco il nutrimento ideale per batteri e funghi, creando un ambiente ideale alla loro diffusione.
Le alghe si diffondono attraverso spore che sono facilmente trasportate dalla polvere presente nell’aria, rendendo qualsiasi luogo e ogni piscina accessibile, anche in spazi chiusi all’interno di abitazioni. È  dunque necessario prevenirne la crescita. I prodotti disinfettanti di per sé non sempre sono sufficienti per evitare la formazione di alghe. Alcuni tipi d’alga possono anche sviluppare una resistena al cloro, dal momento che non sempre la molecola di disinfettante riesce a oltrepassare la mucosa che ricopre le colonie di alghe specialmente in situazioni in cui si siano sviluppate ampie colonie.

Utilizzando per tempo un alghicida si potrà prevenire il processo metabolico delle alghe ed inibire notevolmente la loro crescita insieme a tutte le conseguenze a cui portano.

4) Flocculazione

Molto spesso il filtro di una piscina non è in grado di trattenere le particelle di sporco più piccole o colloidali. In questo caso la flocculazione consente di rimuovere questo tipo di particelle agendo con un processo agglomerante che aumenta l’efficacia del filtro e di conseguenza quella dei disinfettanti. Il flocculante viene aggiunto prima del filtro e forma dei fiocchi in acqua, capaci di trattenere anche le più fini particelle inquinanti, intrappolandole sulla loro superficie in modo che si abbia un elemento di dimensioni maggiori che possa essere bloccato dalla sabbia contenuta nel filtro. L’eliminazione di questo sporco e del flocculante stesso avviene tramite la normale operazione di controlavaggio del filtro.

Queste 4 fasi di pulizia, insieme a pratiche di manutenzione annuali di fine stagione, se ben eseguite e mantenute con una scadenza piuttosto regolare, vi permetteranno di mantenere al meglio lo stato di salute della vostra piscina e godervela al meglio. Se il tempo è denaro, perché non spenderlo per altro!!!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *